Translate my Blog

giovedì 23 novembre 2017

Dare un senso al Black Friday con shopping utile.

Nato negli anni '60 in USA, il Black Friday è una pratica commerciale che si svolge ogni anno dopo il Giorno del Ringraziamento. È chiamato venerdì "nero" secondo due ipotesi: o perché i negozi affollati hanno bilanci in attivo redatti con inchiostro nero, oppure per via dell'intenso traffico di cittadini alla ricerca di buoni affari.
Dunque, non ha niente a che vedere con Halloween o altri eventi di stampo religioso. E può essere applicato ad ogni settore della vendita al pubblico: per questo motivo, oltre ai canali online, anche aziende di abbigliamento, accessori e utensili propongono sconti in questa giornata.
In Italia, in particolare, il coinvolgimento dei negozianti a questo evento è in fortissima crescita, dentro e fuori del comparto elettronico. Come nel resto del mondo, d'altronde, il Black Friday annuncia l'inizio degli acquisti prima di festeggiare il Santo Natale: se non approfitterete in queste giornate degli sconti disponibili, infatti, dovrete attendere fino ai saldi dopo l'Epifania per risparmiare sui vostri acquisti.

Cosa si può acquistare in questi giorni?
Mentre in molti fanno notare l'enorme offerta di beni non essenziali: batterie extra per smartphone, droni, webcam, termostati smart costosissimi, epilatori o casse stereo Bluetooth, io cercherò di rendere più frizzante la vostra esperienza del Black Friday.
Personalmente, non solo credo nella potenzialità dell'evento ma sono altresì convinto che, soprattutto in queste giornate, si debba fare shopping intelligente anziché comprare "qualsiasi cosa" solo perché costa meno.
Quali sono le aree in cui vorreste migliorare la vostra vita? La salute? L'alimentazione? O, più semplicemente, vorreste levarvi qualche cruccio (di solito troppo costoso)? Durante il Black Friday potreste esaudirvi...





Se non siete propensi all'acquisto di un Apple Watch, la fascia in questione è sia discreta per le sue dimensioni contenute che per il prezzo, rispetto al più  costoso orologio di Apple.
Eppure, permette sia di contare i passi, la frequenza cardiaca (rispetto al modello Alta, questa Alta HR è dotata di cardiofrequenzimetro) e di ricevere le notifiche provenienti dal vostro iPhone: telefonate, sms, email e messaggi WhatsApp verranno notificati via Bluetooth con vibrazione e avviso sul display al loro ricevimento sullo smartphone.
Con l'App ufficiale di Fitbit, inoltre, potrete verificare i vostri movimenti giorno per giorno.
E, con alcune estensioni a pagamento, potrete farla comunicare anche con l'App Salute.

Forse vorreste rimettervi in forma da tempo ma vi manca la motivazione?
Strumenti simili, insieme ai vostri smartphone, possono fare la differenza nel monitorarvi costantemente aiutandovi a restare attivi fisicamente. Ne ho descritto le capacità in questo articolo.
Vi consiglio la lettura.



Se il tempo a disposizione e la stagione fredda vi spaventano tanto da non volere restare ore all'aperto a correre o fare qualsiasi altro tipo di attività, vi consiglio gli sconti sui tapis-roulant:


Camminare fa bene. Concedetevi almeno questo: vi ringrazierete per l'impegno, fidatevi.



L'alimentazione è un altro argomento trattato, insieme a quello della salute, nell'articolo che vi ho allegato sopra.
Tra gli sconti che ritengo utili ci sono sicuramente le macchine per la conservazione del cibo sottovuoto:


Grazie all'uso di sacchetti goffrati (consiglio i 28 x 40 cm o superiori), infatti, gli alimenti freschi possono durare in frigorifero per 4/5 giorni anziché per uno.



Perché sprecare il cibo?
Pellicole trasparenti o di alluminio a copertura dei contenitori non aiutano la conservazione a lungo termine!
Su frutta, verdura e carne cruda la presenza di aria favorisce la proliferazione di batteri e muffe. Per questo, il sottovuoto aiuta a rispettare le date di scadenza dei cibi anche dopo averli aperti. Alimenti come il formaggio grattugiato, il caffè o gli aromi possono tranquillamente raggiungere la data di scadenza riportata sulle confezioni: grazie al riconfezionamento, infatti, azzereremo l'azione dei microrganismi togliendo loro l'aria.
L'assenza di ossigeno, poi, è utile anche nel caso volessimo conservare cibi cotti: senza subire ossidazione, infatti, le pietanze durano qualche giorno in più senza perdere le proprie caratteristiche organolettiche.

Se non gradite odori sgradevoli nel vostro frigorifero, infine, sigillare gli alimenti sottovuoto risulta una scelta igienica e risparmiosa verso gli sprechi alimentari.



Oltre al frigorifero, suggerirei un apparecchio che vi aiuterà a mantenere alto il livello d'igiene anche nel resto della casa:


Il robot Liectroux non solo aspira i pavimenti "mappando" ogni stanza della casa, così da non tralasciare la pulizia in angoli e spazi sotto i mobili difficili da raggiungere grazie alla diffusissima tecnologia di filtraggio HEPA, ma è anche dotato di trattamento UV per annientare i batteri.
E di un serbatoio da 180 ml per lavare i pavimenti mentre li igienizza e aspira la polvere.
Dopo la lavatrice e la lavastoviglie, i robot per la pulizia dei pavimenti sono la nuova frontiera dell'automazione domestica.



La qualità della diffusione di internet (ADSL / Fibra) in casa vostra non vi soddisfa?
Dopo una giornata di lavoro, in molti si concedono una meritata serata di riposo in casa, coccolandosi con la famiglia, guardando una serie online, un film o aiutando i figli a fare ricerche scolastiche con internet.
Spesso mi viene chiesto come estendere il segnale internet in presenza di modem vecchi che non offrono una banda potente o di case con pareti molto spesse.
Se non avete già un impianto cablato con presa ethernet in ogni stanza:


Vi consiglio di tralasciare i vari wifi extender in vendita:


Prodotti che funzionano bene se si ha un solo apparecchio o due collegati ad internet o se non si hanno molte esigenze, e di valutare l'acquisto di una serie di Powerline:


Questi apparecchi sono costruiti per risolvere i problemi di perdita di segnale presenti sia con i modem con wifi integrato che coi wifi extender:


I wifi extender possono ritrasmettere intorno al 70% della banda internet se si trovano nella stessa stanza del modem, quindi con risultati sufficienti, ma perdono molta banda se il segnale che ricevono dal modem è disturbato da molte pareti o dal fatto che il modem si trova su un piano diverso dal loro. In questo caso, il segnale proveniente dalla linea telefonica può raggiungere il vostro smartphone o tablet col 30% o meno del suo reale valore.

Le Powerline, invece, si inseriscono in prese elettriche dello stesso impianto, si abbinano premendo un tasto e si montano in stanze diverse (o su piani diversi) usufruendo di almeno il 70% della portata effettiva della banda internet.
Poi, nel caso si acquistasse una Powerline wireless, questa provvederebbe a ritrasmettere almeno il 70% di banda ovunque, e non il 30% come i wifi extender non montati nei paraggi del modem.

Video in rete, che siano film memorizzati su dischi in locale, filmati e serie in streaming legali o meno non soffrirebbero più d'interruzioni o perdite di qualità grazie al mantenimento del minimo di banda necessaria agli standard 1080p o 4K per farci godere i nostri video preferiti.
O farci caricare pagine internet, anche complesse, in un istante, permetterci upload di foto in siti di backup o download di grossi archivi in tempi davvero molto brevi. È la struttura della nostra casa, in molti casi, a creare il gap, non la linea. Qualche volta s'incolpa ingiustamente il proprio gestore telefonico.



Per la sicurezza in automobile, infine, vi segnalo la dashcam Toguard:


Composta da un sensore anteriore con risulzione 1080p (FullHD) e memorizzazione di clip di massimo 4/5 minuti su scheda micro SD in successione. Funziona anche in condizione di scarsa luminosità o contro luce grazie alla focale da 2.0.
Ha un'ampiezza di visuale di 130 gradi, quindi sufficienti per riprendere anche ciò che avviene sia sulla strada che su entrambi i lati della carreggiata. E un monitor generoso: 4"! Utile sia per visualizzare le clip che nella modalità di parcheggio: nella confezione, infatti, è compresa anche una microcamera posteriore da collegare al corpo principale via cavo. Questa, oltre a registrare i movimenti di chi viaggia dietro di noi, ci potrà aiutare nelle manovre in retromarcia grazie alle fasce colorate richiamabili sul display:



Entrambe le cam si alimentano in contemporanea alla presa accendisigari o alla batteria del vostro veicolo.

La legge italiana permette l'uso di questi apparecchi se usati con un'angolazione idonea a riprendere quanto succede in strada e non per spiare terzi.
Una normativa sulla sicurezza stradale recita:
"Disporre di un video di quanto accaduto consente una ricostruzione fedele della realtà, dunque una protezione personale sia sul piano civile (per eventuali richieste di risarcimento danni), che su quello penale (lesioni personali stradali, omicidio stradale) ma anche amministrativo (sanzioni amministrative pecuniarie ed accessorie)."
Dunque, per quanto non indispensabile "nella vita", la dashcam potrebbe essere un acquisto utile da effettuare nei giorni di shopping dedicati al Black Friday.



Nota: per restare in tema di risparmio intelligente, avete mai pensato a come accontanare piccole cifre non solo risparmiando spiccioli coi soldi cartacei ma anche con i pagamenti IBAN / bancomat / carta di credito / PayPal?





martedì 14 novembre 2017

Oval Money: risparmia in modo pratico.

La moneta elettronica è sempre più diffusa.



(non richiedono fisicamente la carta di credito, sono rapidi e vengono notificati istantaneamente come qualsiasi pagamento avvenuto strisciando la carta)



(Il denaro viene inviato conoscendo solo il numero di telefono del destinatario, se anche lui iscritto a Circle.)
È il momento di parlare di risparmio.
Mentre, un tempo, circolava solo la moneta cartacea e gli spiccioli, oggi si è un pò persa la tradizione di riempire salvadanai di monetine. Eppure, il concetto che qualche centesimo non rappresenti un capitale ma che, se accumulato ogni giorno, possa fruttare un piccolo risparmio col tempo non è cambiato.
Pertanto, non descriverò un'App dedicata alla gestione delle spese casalinghe, una di quelle che vi farà impostare obiettivi che raggiungerete solo se annoterete diligentemente ogni euro speso. Queste App sono delle note spese 2.0 e possono tornarvi utili anche se solo vorrete ricordarvi di quanto pagato per un lavoro in casa o per conoscere la scadenza di una garanzia di un determinato acquisto. Ma non vi motiveranno a risparmiare.



Oval Money, invece, vi approccerà al risparmio in modo diverso, più stimolante.
Infatti, dietro quest'App c'è l'istituto finanziario Mangopay che provvederà a ricevere, dietro vostra autorizzazione in fase di registrazione, un bonifico settimanale corrispondente a quanto accumulato.


Creerete un conto corrente nel quale inserirete i vostri piccoli risparmi:


Il vostro salvadanaio potrà crescere secondo il ritmo con cui spenderete soldi in via elettronica. Col vantaggio che, ad annotare ogni uscita, non sarà richiesta alcuna azione da parte vostra: ci penserà Oval.


Ogni transazione è sicura e tracciata!
E l'App non è difficile da configurare.
Servono delle autorizzazioni per far comunicare il vostro conto bancario con quello fornito da Mangopay:


L'operazione, all'attivazione, può richiedere qualche minuto di pazienza in più di quando vi registrate sui social o su qualsiasi sito. Oltre ai vostri dati personali, infatti, dovrete essere registrati al banking online per legittimare l'App. Cioè, dovrete poter accedere da Oval stesso al vostro conto (con nome utente e password usati nel sito o nell'App della vostra banca) anziché recarvi fisicamente alla filiale per autorizzare ogni accredito a Mangopay.

Una funzione che mi piace di Oval sono gli Step.
Potrete programmare un fondo di risparmio automatico o destinare percentuali di accumulo in base alle vostre spese più ricorrenti:


E, allo stesso modo delle App sopracitate per l'annotazione delle spese mensili, visualizzare le uscite dall'apposito menù:


Collegando il vostro conto, quindi, Oval potrà analizzare ogni vostro pagamento elettronico: da ciò che spenderete col bancomat, con la carta di credito fornita dalla banca, con carte di credito di terzi, con Boon (o Apple Pay se la vostra banca lo ha adottato) a PayPal.





Ogni trasferimento verso il vostro conto Oval, ovviamente, è tracciabile anche dalla vostra App di home banking.



Se, un tempo, si gioiva nel sentire il salvadanaio acquistare peso e tintinnare man mano si riempiva, ora si può motivarsi a risparmiare poco per volta consultando il proprio saldo Oval in qualsiasi momento:







Man mano si effettuano spese elettroniche, l'accumulo cresce di conseguenza. E saremo più invogliati a risparmiare per accrescere l'importo.
E, all'occorrenza, potremo ritrasferire qualsiasi somma sul nostro conto:


Usate il menù Agent e scegliete Prelievo.
Impostate l'importo scegliendolo da quelli prefissati:



O inserite una cifra a vostro piacere con il tasto custom:


Tempo 2/5 giorni il versamento sarà disponibile sul vostro conto:






>>> Scarica OvalMoney

E usufruisci del bonus di benvenuto inserendo questo codice:





Gli smartphone sono utili come passatempo, per monitorare la nostra salute e aiutarci nell'attività fisica.
Ma, ultimamente, stanno dimostrando la loro efficacia anche nel campo del risparmio grazie a Sviluppatori così ingegnosi: infatti, c'è una bella differenza tra l'annotare le spese su carta o in un'App e avere la stessa cifra realmente vincolata su un conto e pronta all'uso per qualsiasi evenienza!

domenica 5 novembre 2017

Una notte... all'Apple Store. [iPhone X è in vendita]

Premessa “sociale”.

Sono giorni in cui crescono le aspettative, quelli prima del lancio di iPhone Decimo [iPhone X] in Italia. Ma è un periodo socialmente triste, questo, per il nostro Paese. Per ogni argomento ci si divide in tifoserie. Ma non di quelle appassionate: piuttosto il contrario, cioè di quelle aggressive.
Sui social i commenti al vetriolo sono più numerosi verso il costo del dispositivo e, da qui, verso le presunte malattie mentali di chi lo ha acquistato, piuttosto che sul fare una critica, seria se possibile, sulle scelte di design effettuate da tutti i team di Apple che lavorano in segreto da anni su questo dispositivo. Premesso che le critiche "in genere", andrebbero formulate senza ricorrere alla violenza verbale, dovrebbero essere sempre costruttive: invece, si leggono parole di persone che si scagliano contro la libertà individuale di spendere i propri soldi piuttosto che boicottare il dispositivo in questione perché ritenuto "brutto" dalla maggioranza di loro.
Personalmente, sarà che mi ritengo un uomo pacato, non gradisco leggere certe offese e non mi faccio prendere dal rispondere a chi le lancia: spesso,  secondo me, questi commentatori sono gli stessi bulletti che a scuola scherniscono sia i prof. che i compagni affetti da gravi patologie e che, a casa propria, non ricevono un minimo di affetto e considerazione. Quindi la pretendono, spesso con l'uso della rabbia, da chiunque gli capiti a tiro. Questo fenomeno sociale, purtroppo, si sta propagando anche nell’ambito tecnologico ed Apple, che da grande marchio di nicchia è diventato un grande marchio di massa, ne risente come ogni azienda conosciuta a livello globale (esattamente come molte squadre sportive, politici, catene di ristorazione, etc etc…).
Fin'ora sono rimasto indifferente a questi atteggiamenti distruttivi verso l'effetto wow prodotto dalla moderna tecnologia, che considero da una parte irrinunciabile nel vita quotidiana e, dall'altra, una forma d’arte a prescindere che piaccia o meno a tutti, ma questo non significa che non abbia una mia opinione in merito. Anzi. Piuttosto che tappare la bocca ai falsi padroni del quartierino, protesto esprimendo qui il mio punto di vista. Che sia condivisibile o meno dai miei Lettori.
Qualcuno dice: “Siete dei polli a farvi spennare per quella cifra". Altri rispondono: “Io coi miei soldi faccio ciò che voglio".
Ebbene, difendere le nostre libertà da chi spende piccole cifre quasi quotidianamente in lotterie, scommesse, slot e aperitivi a go-go, diventa imbarazzante. Idem rispondere a chi “non spenderebbe” soldi per un banale telefonino ma non fa che viaggiare in continuazione: partendo per crociere, viaggi last minute e visite ad amici in giro per l’Europa. Anche queste passioni hanno un costo. O no? Anche le automobili, i vestiti firmati, le scarpe, gli accessori, i tatuaggi e le cene nei ristoranti di lusso.
Ma ciò che in Italia è DAVVERO venuto a mancare è la serenità di esporre le proprie idee. Invece, è molto diffuso urlare il proprio risentimento perenne ai quattro venti anche quando non si è sicuri di aver ragione.
Non dovrebbe funzionare così, non con l’azienda che,  nonostante negli anni 2000 e rotti possedesse poco più del 6/7% dei Computer del mondo, faceva illuminare gli occhi a molti di noi semplicemente nominando il suo nome. Apple fa arte da sempre: chiunque si consideri un suo Cliente nell'era di oggi, cerca di vivere la stessa "magia" provata dagli Acquirenti di un tempo. Ecco perché non si può fare una mera considerazione sul prezzo di ogni nuovo prodotto: lo fareste con quadri di valore o con auto d’epoca particolarmente rare? No.
Poi, oltre a quello economico, c’è il lato sentimentale: anch’esso è alimentato dal fascino del design e dall’usabilità di ogni dispositivo. È da qui nasce il legame coi propri Clienti per cui Apple è famosa: lo stesso legame che altre persone hanno con le automobili di lusso e sportive, o con attori, attrici, calciatori, tennisti. Se ci piace e lo possediamo, ci fa star bene. È automatico.
E, dunque, questi bulletti da quattro soldi perché non si fermano a pensare al vero motivo per cui si adora tutto ciò che produce Apple? Noi Clienti non vogliamo imporre un marchio come se fosse una religione. Invece, cerchiamo l’appagamento della vista, del tatto e dell’uso della tecnologia al pari di possedere un quadro, una scultura o un’auto in garage che ci faccia sospirare.
Con ancora più intensità se si vive un periodo della vita difficile.
Per questo ho voluto guardarmi indietro e valutare quali esperienze mancassero nella mia vita per andare avanti più serenamente: essendo molto ispirato dalla tecnologia e da Apple ho ricordato la carica emotiva positiva che mi hanno sempre regalato le foto delle "notti all’Apple Store", quando decine di persone di ogni età che s’incontrano fuori da un centro commerciale o dai negozi con la mela morsicata prima del lancio di un nuovo prodotto. Quindi, allontanati per un pò i pensieri di aver troppe volte messo a tacere la voglia di fare " cose bizzarre", per accontentare altre persone o per la scusa dell’età o del freddo o del fatto di convivere alcune ore con degli sconosciuti, sono partito da casa di buon'ora alla volta del più grande centro commerciale d’Europa alla ricerca del perché la gente vivesse la "notte all’Apple Store" anziché acquistare un nuovo iPhone con calma, qualche giorno dopo il suo lancio, o nello Store stesso o facendoselo recapitare a casa via corriere espresso.


OrioCENTER (BG) - ore 4:30 circa: i primi della fila.




Il corriere ha recapitato gli iPhone appena in tempo prima dell'apertura dello Store.




La risposta al mio perché è stata in parte negativa per essermi sentito veramente a disagio per la presenza di così tanta gente che non conoscevo e che aumetava all’approssimarsi delle ore 6 di mattina. E, poi, per essermi sentito fuori posto non trovandomi nel mio letto a quell'ora.

D'altra parte, però, la risposta è stata anche positiva: ho conosciuto una decina di fan Apple sfegatati almeno quanto me, tra cui due donne che se ne intendevano molto di prodotti Apple.



E, allora, ben venga di stare un pò al freddo e a non pensare all’orario se si fanno due parole su come ognuno usa lo Smartphone, sull'abitudine oggigiorno molto in voga di fare shopping online grazie a tante App dedicate, su come far interagire l’iPhone con la propria vettura, su come convincere la suocera che le ricette online non sono solo “roba per veri chef e addetti”, etc etc…
Mi è sembrato di essere di fronte ad alcuni spot della tv: un pò della nostra realtà la raccontano. Dovremmo davvero smettere di pensare che quelle pubblicità siano troppo avanti coi tempi.

Un’altra esperienza che volevo fare, oltre a della buona conversazione, era quella di mangiare la “brioche più famosa d’Italia”, servita solo in corrispondenza dell'apertura straordinaria degli Store.



Dopo essermi tolto quest'altro sfizio, ho prenotato il ritiro del telefonino in giornata: fortunatamente, ci siamo trovati poco dopo la trentesima posizione rispetto alle centocinquanta persone presenti in fila.



(ero posizionato in corrispondenza della freccia blu)

Non posso che parlare positivamente di questa esperienza. È una sorta di gita, in fondo. Sì, ok, organizzata alle 3 di mattina per motivi di salute, nel mio caso. Ma è stato un bel momento di aggregazione.
Ho conosciuto ragazzi poco più che ventenni e uomini di settant’anni pronti a mettere le mani sul nuovo iPhone Decimo. Uno di questi possedeva il primo iPhone, il modello 2G mai ufficialmente venduto in Italia, che aveva con sé come porta-fortuna.
Di gente aggressiva, invece, non ce n’era. Sarà che la tifosera che nasconde la propria faccia dietro la tastiera non si presenta di persona a contestare chi ha scelto di spendere i propri soldi con la testa anziché decidere ragionando su quello che potrebbe pensare la gente di loro.
La motivazione nel fare gruppo si percepiva nell'aria: soprattutto chi faceva quest'esperienza per aiutarsi a non pensare al proprio futuro incerto per qualche ora.
Questo è ciò che ho visto. Non è una mia idea, quella che vi ho descritto fin qui, o una frase letta sui social, ma è la pura verità: lì nessuno ha guardato male la quarantenne in sedia a rotelle o la ragazza col ciuffo sulla fronte a coprire metà del viso deturpato da un'ustione. E nemmeno si sono sentiti discorsi legati a quelle patologie "nascoste" nel corpo che ci potrebbero allontanare dalla vita e dalle passioni in un istante. Semplicemente, eravamo tutti lì, ognuno coi propri guai familiari o con problemi fisici in bella vista o meno, a parlare di cose allegre e annedoti legati all’iPhone.



iPhone Decimo [iPhone X].

Dimenticate le frasi lette finora a proposito che gli iPhone sono "sempre uguali".
Infatti, entrato all’Apple Store di persona e avvicinatomi al tavolo con i nuovi iPhone del Decimo Anniversario esposti, mi sono fermato ad osservare i display su cui giravano demo con sfondi colorati: la differenza con ogni altro iPhone, anche a cinque passi dal tavolo, mi è balzata subito all'occhio. Per la miseria! Ho esclamato tra me: ancora non ne ho tenuto uno tra le mani, di questi dispositivi di dimensione simile alla Serie 7 e 8, che lo schermo OLED by Apple mi ha già ipnotizzato!

Vediamo insieme un pò di numeri per capire quali siano le potenzialità di questo apparecchio rispetto a quelli del passato: iPhone X introduce il “Super Retina Display”, un pannello OLED simile a quello proposto dai concorrenti ma capace di correggere l’eccessiva luminosità e i colori troppo saturi.
Oltre a consegnarci un prodotto con la gamma di colore nero ulteriormente migliorata rispetto alla Serie 7, grazie all'impiego del componente OLED, potremo godere di uno spettro di sfumature più ampio (da 270’000 del primo iPhone a milioni di colori secondo lo standard sRGB) e di un contrasto di 1'000'000:1. Il numero di pixel per pollice, inoltre, passa da 165 ppi (il valore del primo Retina Display, “famoso" perché permetteva di non vedere i pixel a occhio nudo) a 458 ppi.
















Eccovi un confronto tra le linee del 7 Plus Jet Black (nero lucido) a sinistra e di iPhone Decimo (grigio siderale) a destra in queste ultime tre foto.

Il nuovo fattore "di forma" del Display:


La pancia della Fotocamera frontale (chiamata TrueDepth) può piacere o meno ma di sicuro ci si può abituare, dopo qualche giorno d'utilizzo. Come ben evidenziato nella foto qui sopra, la qualità del Display OLED ha permesso di costruire uno schermo che non si distingue in modo netto dalla cornice: infatti, si ha la sensazione che la TrueDepth sia disegnata nell'immagine trasmessa dal Display e non montata sopra di esso.

Il fondo in vetro, necessario a ricaricarlo via wireless con base QI venduta separatamente, in mano da sicuramente una sensazione di maggiore grip.

iOS 11 cambia in molti dei gesti a cui siamo abituati:


La sveglia e la rotella di sincronizzazione appaiono solo abbassando il pannello di controllo dall'angolo superiore destro al centro dello schermo.


Strisciando la lunga maniglia in basso al display, in sostituzione del Touch ID, si naviga tra le App aperte che si "risvegliano" istantaneamente grazie al processore A11 Bionic.


Alzando leggermente il Dock, ovvero la pulsantiera in basso allo schermo, si passa dalla pagina Home corrente alla prima.
Il gesto corrisponde a premere il tasto Home sui precedenti modelli.


Sollevando la maniglia verso il centro dello schermo, invece, si accede al multitasking che permette di scorrere le App senza aprirle.
Per chiuderle, cambia la gesture:


È necessario tenere il dito su un'App per far apparire il simbolo della chiusura e poi toccarlo per uscire completamente da un'App, o strisciare il pannello in primo piano verso l'alto come si è soliti fare con gli iPhone di generazione precedente.

Complessivamente, il nuovo Chip A11 Bionic permette di accendere il terminale in 15 secondi (avete letto bene!), sbloccare lo schermo col riconoscimento del vostro volto nel tempo in cui si striscia la schermata di blocco verso l'alto:


Analizzare le inquadrature per ottenere foto con la messa a fuoco migliorata e applicare i nuovi effetti d'illuminazione dei volti:


Oltre ad aver implementato questi parametri in fase di scatto e di post-production, è possibile utilizzarli sia con la Fotocamera posteriore (che ora gode di due lenti entrambe stabilizzate otticamente) che con quella anteriore.

Questa incredibile simulazione dell'illuminazione ottenuta artificialmente via Software dimostra una mia personale teoria dietro la scelta da parte di Apple di sostituire il formato .JPG con l'.HEIC non solo per risparmiare spazio nel telefonino, sfruttando una compressione maggiore, ma anche per conservare una copia della foto originale.
Oltre ad apportare queste modifiche occupando poco spazio, il formato .HEIC permette di scarabocchiare su qualsiasi foto con lo stesso beneficio di risparmio dello spazio sul telefonino:




Oppure utilizzare la funzione Ripristina:



Anche quest'ultima è disponibile senza dover creare duplicati dei vostri scatti ma solo sovrapponendo vari livelli contenenti modifiche sulle foto originali.








Scatti eseguiti con l'App Fotocamera. Foto non corrette.







Scatti eseguiti e corretti con App di terze parti.

Test del quad LED True Tone Flash:



(Foto non corretta)

Ovviamente, vi aspettiamo tutti in bergamasca per gustare casoncelli fatti in casa e coniglio nostrano con funghi e polenta!


Primo piano in controluce scattato con App Fotocamera di iPhone X. Foto non corretta.



Primo piano scattato con fotocamera professionale. Foto non corretta.


Pronti a partire per lo spazio? Smartphone, occhiali 3D... Ehm, forse no: ci vorranno ancora anni prima di vederli in giro. ;-)
Però è incredibile pensare che negli anni '80 l'uomo fosse già arrivato a passeggiare sulla Luna.


Scatto eseguito con App Fotocamera di iPhone X in modalità Ritratto e con illuminazione Studio Contouring. Foto non corretta.


Scatto eseguito con fotocamera professionale. Foto non corretta.



Un'altra novità di iPhone X, che piacerà agli Utenti più spiritosi, sono le Animoji, ottenute mescolando in Computer-Graphic il volto inquadrato dalla Fotocamera anteriore alll'animazione di alcune della emoji più famose:


Invariato il connettore Lightning sul fondo del telefono ma che ricarica una nuova doppia batteria da circa 2716 mAh:


Secondo i primi test, iOS 11 permetterà di non caricare l'iPhone prima di coricarsi la sera.

Invariati anche gli Speakers posti in cima e sul fondo della parte frontale del dispositivo, per produrre un suono stereofonico. Il volume complessivo è più alto di qualche dB rispetto alle precedenti generazioni.

Un grazie va detto al lavoro dietro le quinte degli addetti alle verifiche sulle App. Queste, infatti, prima di essere approvate in futuro nello Store, dovranno uniformarsi alla nuova barra superiore.
Ecco qualche esempio di App aggiornata al Super Retina Display:




Ed ecco come, la stessa pagina, si legge sul Display di un iPhone 7 Plus:




Così pure un libro:




La zona in verde è lo spazio guadagnato sul Display di iPhone X che misura 18:9 anziché 16:9 come iPhone 7 Plus:



Le App che non sono ancora aggiornate per supportare lo schermo di iPhone Decimo funzionano ugualmente ma potrebbero nascondere alcuni elementi sotto TrueDepth:


Oppure potrebbero risultare più piccole per via della nuova risoluzione: iPhone 7 Plus, infatti, possedeva un pannello Full HD, quindi 1980 x 1080 pixel. iPhone X, invece, supera di poco il 4k coi suoi 2436x1125 pixel:



Molto si è criticata la forma della TrueDepth nella visualizzazione di video in posizione panoramica.

Ma non è il solo elemento antiestetico:


Anche il bordo inferiore dell'iPhone, infatti, essendo arrotondato, nasconderà una piccola porzione dei contorni del video visualizzato.

Pizzicando lo schermo, se non sopportate la visualizzazione in questi termini, potrete ridurre le dimensioni del video:


Così non noterete differenze con i precedenti iPhone.
Questi ultimi, lo ricordo, offrono la stessa possibilità d'ingrandimento dei filmati a patto di tagliare il lato destro e sinistro degli stessi.
Il passaggio da 16:9 a 18:9 è, per questo motivo, un buon compromesso per abituarsi alla forma della TrueDepth e godersi una dimensione maggiore del Display. Sinceramente, nell'uso quotidiano tra lettura dei social e la visualizzazione di video e di foto, non sono molte le occasioni di provare davvero fastidio per il design del sensore:



In presenza di Display illuminato molto o no, soprattutto con immagine scura, si nota la fessura della cassa audio ma non il contorno della TrueDepth.


A schermo spento, altrettanto; non cambia il fatto che il sensore frontale sia "invisibile" in varie occasioni!
La scelta di usare l'OLED, per offrire un nero più profondo grazie al fatto che i pixel corrispondenti a quel colore sono spenti, si è rivelata azzeccata.



Ben arrivato iPhone Decimo.